Cerca
Close this search box.

Monaco: requisiti di residenza fiscale e spiegazione del sistema fiscale

Il Principato di Monaco è noto tra i turisti per il suo lusso, i casinò, il Gran Premio di Formula 1 e le splendide location.

Ma questo piccolo paese di soli 30.000 abitanti è anche molto attraente come residenza permanente, offrendo sicurezza, stabilità sociale ed economica, istruzione e sistemi sanitari di qualità, e, soprattutto, tassazione bassa o nulla.

Non è una coincidenza che personaggi come Bono, Boris Becker, Lewis Hamilton o Nico Rosberg, tra gli altri, abbiano scelto di vivere in questo paradiso. Di fatto, si dice che a Monaco un residente su tre sia milionario.

Tuttavia, nonostante quanto creduto da molti, Monaco non è più un paradiso fiscale: le tasse sono molto basse, ma sia l’Unione Europea che l’OCSE l’hanno rimossa dall’elenco delle giurisdizioni non cooperative e dei paradisi fiscali.

Recentemente abbiamo assistito nel trasferimento a Monaco molti clienti, pertanto ne riporteremo le nozioni base in questo articolo.

Come ottenere residenza permanente a Monaco?

Se si vuole ottenere la residenza a Monaco, tutto quello che c’è da fare è presentare domanda per un permesso di soggiorno alle autorità monegasche.

I cittadini dell’Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo prima di avviare qualsiasi procedura devono semplicemente disporre di una carta d’identità o di un passaporto validi e compilare i moduli del governo monegasco, purché sia soddisfatta una serie di requisiti.

Requisiti per vivere a Monaco

Le prove e la documentazione necessarie per ottenere la residenza a Monaco dipendono molto da ogni situazione individuale. Tuttavia, indipendentemente dai casi specifici, per ottenere residenza a Monaco sarà necessario disporre di:

  • Una casa a Monaco:
    – Acquisto di una casa o di un appartamento
    – Essere il direttore di un’azienda che possiede un appartamento
    – Affittare una casa o un appartamento
    – Vivere con un marito o una moglie che ha a sua disposizione un appartamento.
  • Sufficienza finanziaria (certificato di onorabilità professionale):
    – Salario
    – Sufficiente reddito da libero professionista
    – Sufficienti risparmi (la somma deve essere garantita come sufficiente da una banca monegasca)
    – Prova di mantenimento da parte di marito, moglie o parente stretto.
  • Fedina o precedenti penali controllati dai paesi di origine e di residenza negli ultimi 5 anni precedenti al passaggio di residenza a Monaco.

Principali ostacoli

  • Affitto: affittare un piccolo appartamento costa tra 4.000 e 5.000 Euro al mese.
  • Certificato bancario: Una banca monegasca deve determinare la sufficienza finanziaria adatta per vivere a Monaco. Nella pratica, non esiste un criterio omogeneo. Tuttavia, dalla nostra esperienza, possiamo affermare che il minimo richiesto solitamente si attesta a 1 milione di euro in attività.
  • Soggiorno minimo di tre mesi: le autorità monegasche per rinnovare la residenza si assicurano che il soggiorno minimo a Monaco sia di tre mesi all’anno . Devono essere fornite prove molto rigorose tramite l’uso nel paese di elettricità, gas e carte di credito.

I cittadini non europei possono risiedere a Monaco?

I cittadini di altri paesi devono fare domanda all’ambasciata francese per un visto di tipo D, in modo da consentire il soggiorno a Monaco prima ancora di poter intraprendere le diverse formalità per la residenza.

Pertanto, i cittadini extraeuropei dovranno contattare il consolato o l’ambasciata francese del proprio paese di residenza prima di avviare qualsiasi altra procedura.

Quali tasse bisogna pagare? Si tratta di un paradiso fiscale?

A Monaco il principio di tassazione generale è la totale assenza di imposte dirette: no all’imposta sul reddito delle persone fisiche e no all’imposta sul reddito delle imprese operanti nel Principato.

Nel particolare, gli individui residenti a Monaco non vi pagano alcuna tassa, in quanto il loro reddito personale viene tassato allo 0%. L’eccezione è rappresentata dai cittadini francesi che devono versare tasse in Francia anche vivendo a Monaco.

Entrando nel merito, non vi è quindi alcuna tassazione sul reddito da investimento, sulle plusvalenze, sui dividendi o sul reddito come dipendente, libero professionista o dirigente.

Monaco è il luogo di residenza ideale per imprenditori con imprese personali o liberi professionisti, persone con brevetti IT, grandi titolari di criptovalute, sportivi professionisti (e-sport inclusi), giocatori di poker e naturalmente HNWI.

Di fatto, abbiamo recentemente aiutato a trasferirsi a Monaco alcune persone nel mondo della criptovalute, in quanto queste ultime vengono tassate allo 0% sui guadagni da vendita o scambio.

C’è qualche imposta sul reddito da impresa?

Anche se a Monaco non è presente alcuna imposta sul reddito delle società in quanto tale, vi è comunque una tassazione diretta sugli utili netti di alcune società.

A questo proposito, le imprese industriali o commerciali che ricavano oltre il 25% del proprio fatturato dall’esterno del Principato, così come le imprese la cui attività a Monaco consiste nel ricevere redditi da brevetti o da copyright artistici o letterari, sono soggette ad un’imposta sugli utili del 25%.

Attenzione alle eredità monegasche e alle tasse sulle donazioni

Sebbene Monaco sia un paese senza imposte sul reddito e con imposte sul reddito d’impresa limitate, la tassazione sulle eredità e sulle donazioni viene spesso trascurata.

A Monaco la tassa di eredità può rimanere allo 0% per il coniuge e i per i figli del defunto, ma può toccare, ad esempio, l’8% per gli altri parenti, e arrivare al 16% per i non imparentati.

Inoltre, se si vogliono donare dei beni di cui si dispone a Monaco, essi saranno soggetti alla tassa di eredità.

Conclusioni sulla tassazione

  • La tassazione a Monaco comporta una totale assenza di imposizioni dirette, salvo casi specifici.
  • Monaco non impone tasse patrimoniali nette né imposte sulle plusvalenze.
  • Monaco ha un’imposta sul reddito da impresa che in alcuni casi può raggiungere il 33,33%.
  • Non ci sono tasse di proprietà a Monaco, ma le proprietà in affitto vengono tassate all’1% sull’affitto annuale con altre spese applicabili.
  • C’è una tassa di successione e donazione.
  • Secondo l’OCSE e l’UE, Monaco non è più un paradiso fiscale, semplicemente è un paese privo di tassazione diretta.

Come fare il primo passo?

A Relocate&Save aiutiamo da anni imprenditori, individui ad alto patrimonio netto, sportivi e persone nel mondo delle criptovalute a trasferire a Monaco la propria residenza fiscale.

Di fatto, in questo arduo compito, la nostra presenza e i nostri contatti a Monaco ci rendono il compagno di viaggio ideale. Pertanto, se ci fossero domande su Monaco o si volesse un aiuto nel processo, invitiamo a scriverci all’indirizzo [email protected].

Se si è interessati a cambiare residenza fiscale e non si è sicuri della propria destinazione ideale, consigliamo di scaricare gratuitamente e leggere il nostro resoconto aggiornato “Le tre migliori destinazioni fiscali del momento”, disponibile qui sotto.

Picture of Andreu Capmajó
Andreu Capmajó

Tax director

Download the free report

The top three tax destinations
right now
  • Our favorite tax destinations for 2024
  • Explanation of their tax frameworks
  • How to get their residency

🔒 All communications are encrypted and will be treated with absolute confidentiality. Your data will never be shared with third parties.